Ecce Donna

Ecce Donna è una piccola retrospettiva che presenta pezzi realizzati a partire dal 2000:  dieci anni di percorso in cui Sara Scaramelli ha indagato le capacità della pittura di essere un occhio-altro teso a guardare il mondo e i contenuti propri,  intimi,  oltre al suo essere individuo femminile in una società che esclude,  ancora,  la donna. Questa mostra raccoglie quelle opere,  tra oli su tela,  graffiti e pastelli su carta e cartone,  di cui alcuni inediti,  che hanno a che fare con il femminile. L’intento di Sara Scaramelli è quello di restituire al pubblico immagini di donne reali,  non patinate né messe in vendita,  affinché il corpo della donna riacquisti la dignità che in questi ultimi decenni è stata negata.

E’ un work in progress:  ciò che questa esposizione ci offre è solo una parte del suo laboratorio. I progetti toccano tematiche diverse come la maternità o l’affettività tra le persone,  contenuti emotivi e sociali quindi,  che condividono tutti un elemento comune:  il soggetto-corpo (non inteso come nudo) e la ricerca dell’identità che per Sara Scaramelli è strettamente legata al corpo,  al suo esistere,  al suo muoversi nello spazio,  uno spazio che spesso è chiuso,  astratto,  anche quando sulla tela vi è solo un dettaglio della figura,  ove poter studiare le infinite sfumature dell’incarnato e dei tessuti.

2010